Cerca nel Sito
About usServicesProductsContactSitemap
 
 


AbruzzoBasilicataCalabriaCampaniaEmilia RomagnaFriuli Venezia G.LazioLiguriaLombardiaMarcheMolisePiemontePugliaSardegnaSiciliaToscanaTrentino A. AdigeUmbriaValle d'AostaVeneto

Flora ProtettaFauna ProtettaCenni Storici

 

LA MUSICA

Alla fine del 10°sec, il benedettino Guido d'Arezzo inventa la notazione musicale e ne codifica la rappresentazione per mezzo delle sillabe iniziali dei primi versi dell'inno di S. Giovanni Battista. Nel Cinquecento la polifonia vocale conosce il suo periodo migliore grazie a Palestrina, compositore di musica soprattutto religiosa.

Nel Secento e nel Settecento l'Italia vede la nascita di una vera e propria scuola musicale, contraddistinta da freschezza d'ispirazione e genio melodico. Frescobaldi (1583-1643) per l'organo, Gorelli (1653-1713) per il violino (la cui fabbricazione raggiunge la perfezione grazie ai grandi liutai di Cremona) e Domenico Scarlatti (1685-1757) per il clavicembalo determinano l'evoluzione delle forme antiche o nuove con le loro innovazioni espressive e stilistiche. Il veneziano Vivaldi (1675-1741) si distingue per l'inesauribile vivacitā creativa. Contempora­neamente nasce l'opera moderna con Monteverdi (Orfeo, 1607). Questo genere conosce subito un enorme successo, si democratizza ed invade tutta la cultura italiana. Alla fine del Secento, l'opera napoletana con Alessandro Scarlatti stabilisce la distinzione tra le arie, parti che valorizzano la virtuositā vocale, e i recitativi necessari all'evoluzione dell'azione. Nel Settecento, l'opera buffa, interamente cantata e comica, trova efficace espressione in Pergolesi (La serva padrona), Cimarosa e Paisiello. Nell'Ottocento la musica strumentale non conosce grandi compositori, ad eccezione del virtuoso violinista Paganini, in quanto la produzione si indirizza quasi interamente verso l'arte lirica. Rossini (1782-1868) attua il passaggio tra l'etā classica ed il romanticismo {Otello, Guglielmo Teli e, nell'ambito dell'opera buffa: La Gazza ladra. II Barbiere di Siviglia). Bellini (1801-1835), le cui orchestrazioni sono un po' deboli, ha lasciato ammirevoli melodėe (La Sonnambula, Norma). Il suo rivale, Donizetti (1797-1848), compone alcune opere melodrammatiche (Lucia di' Lammermoor) in cui l'azione viene sacrificata al bel canto. Verdi (1813-1901 ), autore anche di uno stupendo Requiem, porta questo genere al massimo splendore con opere drammatiche totalmente romantiche : Nabucodonosor, Rigoletto, La Traviata, Aida... In seguito, il movimento verista conosce il successo grazie a Mascagni (Cavalleria Rusticana), Leoncavallo (I Pagliacci) e soprattutto Puccini (1858-1924) che chiude questo secolo lirico con La Tosca, Madame Butterfly, La Bohčme...

Per reazione, la generazione successiva si dedica essenzialmente alla musica orchestrale, come Respighi (1879-1937), autore di poemi sinfonici. Tra i compositori nati nel Novecento, Petrassi esplora tutte le forme musicali mentre Dallapiccola (1904-1975) č conosciuto per essere stato il massimo rappresentante della scuola dodecafonica italiana.

I teatri egli interpreti. - L'unitā recente del paese spiega la molteplicitā di sale famose. La prestigiosa Scala di Milano, l'Opera di Roma, il San Carlo di Napoli, il Massimo di Palermo, la Fenice di Venezia.il Carlo Felice di Genova, il Regio di Torino accolgono le voci pių famose: Mirella Freni, Katia Ricciarelli, Raimondi, Pavarotti... D'estate, l'anfiteatro di Verona e, a Roma, le terme di Caracalla offrono una degna cornice a rappresentazioni grandiose. Tra i grandi direttori d'orchestra, Toscanini ha lasciato interpretazioni celebri per la loro originalitā. Sono da ricordare inoltre De Sabata e, oggi, Nello Santi, Claudio Abbado, Riccardo Muti, direttore del Maggio fiorentino, nonché direttore musicale della Scala.

Notizie Storiche

<- Precedente                                                                                                               Successiva ->


Sei il visitatore n°::

29

Chi Siamo | Servizi | Prodotti | Contatti | Mappa del Sito

Privacy | Copyright | Disclaimer
All Rights Reserved 2004. http://www.dinamic.it Design by Giacomini & C. - Cesano Maderno (MI)