Cerca nel Sito
About usServicesProductsContactSitemap
 
 


AbruzzoBasilicataCalabriaCampaniaEmilia RomagnaFriuli Venezia G.LazioLiguriaLombardiaMarcheMolisePiemontePugliaSardegnaSiciliaToscanaTrentino A. AdigeUmbriaValle d'AostaVeneto

Flora ProtettaFauna ProtettaCenni Storici

 

IL QUATTROCENTO

Un appassionato interesse per l'antichità e insieme per le civiltà di paesi lontani, una società urbana saldamente organizzata attorno a un principe mecenate, una nuova concezione dell'uomo che è ormai visto al centro dell'universo, un gruppo eletto di artisti, filosofi e poeti: sono questi gli elementi che consentono la straordinaria fortuna del primo Rinascimento italiano, la cui espressione più alta si ha nella città dei Medici, Firenze.

Architettura. - L'arte di costruire ha il suo massimo innovatore in Filippo Brunelleschi (1377-1446) e i suoi principi basati sull'imitazione dei modelli antichi e sull'e­quilibrio e la purezza delle linee, saranno ripresi da Michelozzo (1396-1472), Leon Battista Alberti, Antonio e Bernardo Rossellino, Giuliano e Benedetto da Maiano, cosi come a Siena da Francesco di Giorgio Martini e a Urbino da Luciano Laurana.

Scultura. - Lorenzo Ghiberti (1378-1455) si allontana, nell'eseguire le mirabili porte del battistero di Firenze, dalla tradizione gotica cui ancora si rifà invece, in parte, il senese Jacopo Della Quercia. La figura più potente della scultura quattrocentesca resta tuttavia Donatello (1386-1466), attivo in tutta Italia ma specialmente a Firenze. Il suo contemporaneo Luca Della Robbia (1400-1482) si spe­cializza nelle terre cotte invetriate e colorate, mentre Agostino di Duccio, Desiderio da Settignano e Mino da Fiesole continuano la maniera donatelliana. Alla fine del secolo, Andrea Verrocchio (1435-1488) da prova di grande potenza plastica soprattutto nel vene­ziano monumento equestre al Colleoni. Fuori di Firenze, va ricordato Francesco Laurana, autore di ritratti di vibrante sensibilità.

Pittura. È con Masaccio (1401-1428) che la nuova pittura, tesa a riprodurre attraverso la prospettiva e il gioco dei volumi l'illusione dello spazio reale, da i suoi primi grandi risultati negli affreschi della chiesa del Carmine a Firenze. A sua volta, Paolo Uccello (1397-1475) illustra questa nuova concezione spaziale nella mirabile serie delle tre tavole con la Battaglia di San Romano. Parallelamente, anche il Beato Angelico (Fra Giovanni da Fiesole, 1387-1455), benché ancora spiritualmente inserito nella tradizione gotica, si apre alle nuove teorie rinascimentali. I suoi successori, come Domenico Veneziano e Filippo Lippi (1406-1469), sviluppano  il  suo stile conservandone la delica­tezza del dettaglio; mentre Benozzo Gozzoli (1420-1497) lo adatta alla descrizione di brillanti feste profane. Allievo di Filippo Lippi, Sandro Botticelli (1444-1510) con­ferisce alle sue figure, con la mirabile purezza del disegno, una grazia fragile, quasi irreale, che avvolge le sue scene allegoriche in un'aura di profondo mistero. Sulla sua scia opera Alessio Baldovinetti, mentre Andrea del Castagno (1423-1457) mette piuttosto l'accento sul vigore del modellato e la monumentalità delle forme. Domenico Ghirlandaio (1449-1494) rivela dal canto suo una notevole vena narrativa. Il pieno equilibrio raggiunto dal Rinascimento toscano si manife­sta nella superba personalità di Piero della Francesca (1415-1492), la cui straordinaria perfezione di disegno influenzerà soprattutto il romagnolo Melozzo da Forlì.

A Mantova, alla corte dei Gon-zaga, Andrea Mantegna realizza scene di grande effetto e rigore compositivo. A Ferrara, Cosmé Tura innesta le sue affascinanti invenzioni su un accentuato realismo di eredità nordica. A Venezia, i primi pittori a liberarsi dalla maniera bizantina sono i Vivarini, ma è la famiglia dei Bellini che da alla pittura veneziana i suoi fonda­mentali caratteri di luminismo. Carpaccio e Carlo Crivelli sono soprattutto cronisti che si distinguono per il disegno minuzioso, elegante e preciso, e per la raffinatezza cromatica.

Notizie Storiche

<- Precedente                                                                                                               Successiva ->


Sei il visitatore n°::

43

Chi Siamo | Servizi | Prodotti | Contatti | Mappa del Sito

Privacy | Copyright | Disclaimer
All Rights Reserved 2004. http://www.dinamic.it Design by Giacomini & C. - Cesano Maderno (MI)