Cerca nel Sito
About usServicesProductsContactSitemap
 
 


AbruzzoBasilicataCalabriaCampaniaEmilia RomagnaFriuli Venezia G.LazioLiguriaLombardiaMarcheMolisePiemontePugliaSardegnaSiciliaToscanaTrentino A. AdigeUmbriaValle d'AostaVeneto

Flora ProtettaFauna ProtettaCenni Storici

 

1° itinerario - LIGURIA - ANELLO DEL MONTE AIONA

Località di partenza e di arrivo: Prato Mollo (1500 m)

Difficoltà: E - itinerario abbastanza lungo ma privo di difficoltà tecniche

Dislivello: 250 metri 

Tempo di percorrenza: 4 ore circa

Segnaletica: Segnavia A3

Punti di appoggio:

Rif. Monte Aiona o Prato Mollo, loc. Prato Mollo (passo della Spingarda), comune di Borzonasca, 1553 m, custodito, 35 posti letto, tel. 0185.340103

Rif. Monte degli Abeti, loc. Cappelletta delle Lame, 1300 m, sez. Cai di Rapallo, non custodito, tel. 0185.57862/86829

Periodo consigliato: Primavera e autunno 

Selve secolari di faccio e di abete bianco rivestono le pendici del monte Aiona e fanno da cornice a spazi lacustri e laghetti alpestri (almeno un a quindicina) originatesi 20.000 anni fa dall’azione modellatrice dell’ultima glaciazione. Una tale varietà di ambienti, insieme all’incanto delle foreste demaniali regionali delle Lame e del monte Penna, ha comportato l’istituzione della Riserva Naturale Orientata delle Agoraie  e del Moggetto, accessibile al pubblico solo su richiesta a causa delle peculiari specie di piante rare, anfibi ed insetti che vi dimorano (Info: 010.566831/580429 c/o Corpo Forestale dello Stato). Sono tanti i sentieri che si limitano a sfiorare questa preziosa area protetta, tuttavia sufficienti per scoprire invasi naturali, zone umide, torbiere, circhi morenici, ed altre interessantissime nicchie biologiche. Inoltre il Parco dell’Aveto ha realizzato diversi percorsi con un unico punto di partenza e di arrivo; i tratti  che compongono gli itinerari ad anello sono dotati di una propria segnaletica che si integra con quella esistente (Fie, Cai, ecc.). Ogni circuito contraddistinto dalla lettera “A” è accompagnato da un numero che identifica il sentiero. Il trekking proposto inizia da Prato Mollo (1500 m, rif. Monte Aiona) ma può essere intrapreso anche dalla Cappelletta delle Lame (1300 m, rif. Monte degli Abeti).

Descrizione: Dal rif. Monte Aiona (o Prato Mollo) il segnavia triangolo rosso contraddistingue la pista che in breve conduce l’escursionista al passo della Spingarda da dove una sterrata attraversa il bosco (segnavia rombo giallo vuoto) fino a raggiungere un quadrivio presso il rio Diagonale (1382 m). Seguendo le indicazioni per il passo del Cereghetto si intraprende la “Strada” o “Sentiero delle Guardie” che varca il versante settentrionale del monte Aiona, consentendo una vista panoramica sulla distesa arborea sottostante. Giunti ai circhi glaciali sono visibili le cordate moreniche che caratterizzano il profilo dell’Aiona. Oltrepassato il passo del Cereghetto (1470 m) la valle del torrente Rezzoaglio introduce l’escursionista alla splendida faggeta del “bosco Fontana”. Incrociato il sentiero contrassegnato con due linee parallele gialle, si costeggia il lago di Sopra (1425 m), minuscola zona umida, per poi giungere al precorso naturalistico delle Lame (PNX) che, con una breve deviazione, consente di raggiungere il “Re della Foresta”, un faggio di dimensioni monumentali. La salita successiva, sempre nel bosco termina sullo spartiacque tirrenico-padano da dove si ha una panoramica completa sulla Riserva Naturale Orientata delle Agoraie e del Moggetto.

Calcando ora il crinale si raggiunge il passo Prè di lame (1537 m), e, guadagnando quota, si perviene al versante occidentale del monte Aiona (1702 m). Attraversando il lungo altipiano impreziosito  da interessanti fioriture (armeria peduncolata, astro delle Alpi, arnica montana, l’endemica pedicolare di Barellier, ecc.), si individua, e non senza difficoltà, la croce che segna il punto più alto dell’Aiona (panorama incantevoli). La natura del substrato (perdidotiti e serpentiniti), le forti escursioni termiche, l dilavamento del terreno, hanno contribuito alla formazione di pianori dove si alternano zone asciutte ad altre temporaneamente allagate, oltre all’affermarsi  della brughiera a mirtilli e ginepro nano. Circondati da un paesaggio quasi lunare, si scende al passo della spingarda (1551 m) ed infine a Prato Mollo. Presso il rifugio un a breve escursione conduce a Pietra Borghese, una roccia scura, di origine magmatica, che attira i fulmini e fa impazzire la bussola grazie alle proprietà magnetiche della iherzolite.

NUMERI UTILI

Agenzia Regionale per la promozione turistica della Liguria
Palazzo Ducale – Piazza Matteotti - 916123 Genova
Tel. 010.530821, Fax. 010.5958507
Info.inliguria@liguriainrete.it

www.turismoinliguria.it
 

Regione Liguria – Servizio Parche e Aree Protette
Via D’Annunzio, 113 – 16121 Genova
www.regione.liguria.it

parchi@regione.liguria.it

PER APPROFONDIRE

Le monografie di Viaggia l’Italia
Liguria: Parche e Aree Protette, Clementi Editore, 2004 

NOTIZIE ON LINE

www.turismoinliguria.it
www.parks.it


Sei il visitatore n°:

43

Chi Siamo | Servizi | Prodotti | Contatti | Mappa del Sito

Privacy | Copyright | Disclaimer
All Rights Reserved 2004. http://www.dinamic.it Design by Giacomini & C. - Cesano Maderno (MI)